Mario Rigoni Stern

 
 
E’ morto Mario Rigoni Stern.
Ecco le brevi testimonianze del Presidente Napolitano, del poeta Andrea Zanzotto, del sindaco di Venezia Massimo Cacciari.
 
Rimpianto e riconoscenza traspaiono dalle parole di chi, ieri, ha voluto ricordare con brevi dichiarazioni Mario Rigoni Stern.
“Sono costernato – ha detto il poeta Andrea Zanzotto -. Di lui conservo un ricordo unico, nel senso che nascono molto raramente persone piene di virtù come lui. Si dedicò all’impegno civile e fu antesignano della conservazione dell’ambiente”.
Nel messaggio che il presidente Giorgio Napoletano ha inviato ai familiari, si legge:
“ Le opere di Rigoni Stern hanno rispecchiato e raccontato la sua esperienza di vita, legata alle montagne trentine dell’altopiano di Asiago, che lo hanno visto combattere tra gli alpini del Battaglione Vestone. Le vicende della seconda guerra mondiale e la dolorosa esperienza della prigionia hanno rappresentato gli scenari della sua narrativa, ricca di suggestioni e di vivide memorie”.
Secondo il sindaco di Venezia Massimo Cacciari, lo scrittore “ è stato un grande poeta universale; il poeta della fatica nel paesaggio, del rapporto ontologico tra lavoro e natura. Parlando di lui andrebbero citate le Georgiche virgiliane, nel loro aspetto più spoglio di retorica, più pudico e aspro insieme. Opere in onore di questa grande, misera creatura che è l’uomo”.
 
 
La Repubblica – 18 giugno 2008
 
Annunci

4 thoughts on “Mario Rigoni Stern

  1. Perché scoperto ora, su un video di PC, accarezzo oggi il tuo andato silente compleanno, augurandoti buona fortuna per le prossime presentazioni del tuo libro. Soprattutto per quelle dove non ti sarò fisicamente accanto. Un bacio.

  2. Grazie, carissima. Gli auguri sono sempre ben accetti, se poi, oltre che al compleanno, sono riferiti anche a buone nuove, sono ancora più graditi. Un abbraccio. Piera

  3. E si riprende a navigare….[..] I Resistenti E’ lo stesso Dio dei violenti? In Circolo Pasolini di Pavia un ritratto della famiglia Covaciu E QUI la cronaca di quanto è successo E ancora QUI un appassionato post di Cinzia Pierangelini su questi episodi inqualificabile [..]

  4. Ho letto e… sono senza parole. Quando incominceremo a giudicare gli altri (ammesso che sia giusto) in base alle loro qualità o ai loro comportamenti negativi, senza considerare etnie, culture e tradizioni diverse? Questo razzismo presente nell’oscuro sottobosco del nostro animo non fa onore a noi che ci consideriamo “uomini”! Piera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...