Una donna, una bambina


E’ poi giunto il momento e tu sei andata

tra clamori, bisticci e discussioni,

neanche un istante di un silenzio atteso,

desiderato e muto.

Solo rumore nell’aria, nelle orecchie,

 dentro il cuore,

solo parole vuote, nessun senso,

per chi amava volare incontro al sole.


Che dire, donna, della tua vita breve,

dell’altrettanto breve tua serenità,

la tua bellezza ed il sorriso schietto

non ti hanno preservato dal dolore.

Ho visto foto, foto e ancora foto,

esposte ovunque a lacerare il cuore,

perché diverse e ora troppo lontane

da te, bambina, che da anni dormi ormai.


Vorrei soltanto che chi tanto ha detto

della tua vita o della tua partenza

pensasse un poco a un padre troppo stanco,

ad una madre ammalata da tempo,

e dedicasse loro un istante in silenzio

per capire meglio che cos’è il dolore,

per riflettere a lungo

sulle scelte difficili di un cuore.


P.M.C.

Annunci

12 thoughts on “

  1. Le scelte difficili di un cuore. Il dolore che ci ha accompagnato nella morte di Eluana si accompagna al rispetto per le scelte di un padre troppo a lungo martoriato e non solo dal suo dolore ma da voci fuori posto, da politici ingombranti e ciarlatani. Una tenera poesia

  2. Ho letto la tua poesia, in silenzio, pensando al dolore di un padre e alla meschina strumentalizzazione umana.
    Ho nausea e sono stanco, e deluso perché so che la gente non riuscirà mai a liberarsi della propria idiozia.
    Bit

  3. Carissima, avevo inviato un commento questa mattina ma non lo vedo, avrò sbagliato qualcosa.

    Dicevo che se Bitman non si dispiace, confermo in toto le sue parole,nessuna esclusa.

    ti abbraccio cara amica
    jolanda

  4. Ciao cara Piera. Ho letto la tua poesia molto bella ed intensa, con trasporto e con intensa commozione. Mi accodo ai commenti precedenti, soprattutto a quello di Bit.
    Un caro saluto Gaetano.

  5. Quanta tenerezza, e amore e sensibilità, in questa poesia. Hai saputo dire tante cose, molto più che in tante pagine stampate, a volte solo retoriche e vuote.
    Un abbraccio, cara Piera.

    Milvia

  6. Hai detto bene, Antonio, voci fuori posto, commenti spesso inopportuni.
    Il voler sempre dire la nostra anche quando nessuno ce lo chiede.
    Un caro saluto. Piera

  7. Un commento sicuramente severo il tuo, Bit, ma lo condivido. Capisco anche la nausea e la stanchezza, che non si avvertono soltanto a livello fisico ma anche psicologico.
    E tu queste cose le sai molto più di me.
    Un caro saluto. Piera

  8. Carissima Jole, non riesco davvero a capire che cosa succeda con i commenti e mi dispiace, con me è successo solo questa volta, vero?
    Leggo che concordi con ciò che dice Bitman, chi non potrebbe essere d’accordo? Questa dolorosissima storia ha sfinito noi che abbiamo letto e seguito a distanza, mi chiedo che cosa rimarrà nel cuore, nella mente e sulle spalle del signor Englaro che, purtroppo, vive anche un’altra esperienza difficile.
    Per questo, la superficialità di giudizio nei suoi confronti mi sembra ancora più crudele.
    Ti abbraccio. Piera

  9. Ti ringrazio, Gaetano, per il tuo commento così benevolo e per la sensibilità che dimostri sempre.
    E’ consolante, al di là dell’amarezza, leggere e percepire che ci sono comunque tante persone dotate di equilibrio oltre che di sensibilità.
    Un caro saluto e a presto. Piera

  10. Carissima Milvia, ti ringrazio. Speriamo di poter argomentare più spesso su avvenimenti meno tragici e dolorosi, magari su qualcosa che ci faccia sorridere qualche volta. Ne abbiamo davvero bisogno, in questi tempi così difficili.
    Un grande abbraccio.Piera

  11. Molto bello quello che scrivi come al solito. Hai saputo con la tua poesia esprimere ciò che non si riesce con la prosa. Un abbraccio, Giulia

  12. Carissima Giulia, ho solo scritto ciò che in quel momento provavo: il mio dolore e la mia amarezza.
    Ora abbracciamo con il nostro rispetto e il nostro silenzio questa famiglia sfortunata.
    Un carissimo saluto. Piera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...