Una poesia della mia carissima amica Eleonora. E’ con piacere e grande affetto che la riporto in questa mia piccola casa virtuale. 

Mio

Mia la casa che mi accoglie
Mio il balcone con le mie piante
Mia la strada del mio indirizzo

Mio il cielo che scruto la sera
Mie le speranze che cullo nel cuore
Mio il corpo che a volte mi duole

Mia la mamma perduta anzitempo
Mio il papà divenuto mio figlio
Mio il ricordo che preme nel cuore

Mio il nome al quale rispondo
Mio lo sguardo che vedo allo specchio
Mio il dolore che fa tanto male

Mia la Luce che traspare lontana
Mia l’ombra che mi avvolge
Mia la solitudine fedele compagna

E seguito a dire: "mio"…
Sapendo che nulla mi appartiene
Sapendo che tutto può svanire.

Eleonora Bernardi

(shiva-ditutto.blogspot.com)

Annunci

16 thoughts on “

  1. Grazie Piera per questi versi di Ele, solo tu potevi riuscire in questo intento. Desidero che Ele sappia che tutti quei “mio” nessuno potrà reciderli dalla sua intima e personale memoria anche se le persone, le cose, e tutto il corredo di una vita sono destinati a svanire. Ma desidero dirle ancora che è MIA-NOSTRA la gioia per questa lettura così bella e vera, struggente e significativa. Credo che Ele custodisca molto e molto altro nel suo scrigno segreto. Piera,che dici, troveremo il modo per farci consegnare altri doni?

    Un fortissimo abbraccio a entrambe
    jolanda

  2. Carissima, sono commossa per queso regalo, ammirata per il tuo coraggio…Ti ringrazio, insieme a chi ha lasciato un commento, sono persone che stimo e ammiro per sensibilità e capacità di ben atro livello! Un forte abbraccio. Ele.

  3. Cara Piera e cara Eleonora. Versi forti, dove l’attaccamento alle cose e alle persone ci pare una certezza. Ma poi, si sa, tutto si perde. Per qualche generazione protetto dalle memorie, poi basta. Un bacio a entrambe.

  4. Carissima Jole, mi scuso per il ritardo col quale rispondo ai vostri graditissimi commenti,ma sono stati giorni “pieni”.
    Grazie per le belle parole anche nei miei confronti. Sì, sono convinta, anzi certissima che Eleonora abbia non uno ma molteplici tesori nascosti, e sono altrettanto certa che riusciremo a vincere la sua ritrosìa, la nostra amicizia la convincerà.
    Anche da parte mia, un grande abbraccio ad entrambe. Piera

  5. Eleonora, per me è un piacere leggerti anche qui. Le amicizie si rafforzano e si alimentano anche e soprattutto con il dialogo e lo scambio di esperienze.
    Un carissimo saluto. Piera

  6. Certo hai ragione, Savina, certezze ne abbiamo poche, ignari come siamo del futuro, ma se pure fosse un’illusione, abbiamo bisogno comunque dei nostri punti fermi quotidiani.
    Un caro saluto anche a te. Piera

  7. Caro Antonio, come dicevo a Savina,
    è proprio un bisogno per noi uomini, secondo me, avere dei punti di riferimento, dei piccoli porti che riteniamo sicuri. La casa è forse quello che trasmette maggior sicurezza e calore. E se anche si tratta di un’illusione, ben venga se aiuta a vivere con più serenità. Un caro saluto. Piera

  8. “Incapaci di mentire a noi stessi”. Un punto di riferimento sicuro, che ci dà forza e il coraggio per non lasciarci andare. Credo sia la strada giusta per una reale libertà, quella che nessuno può uccidere, se noi non lo vogliamo.
    Ti ringrazio e ti abbraccio, anche a nome di Eleonora. Piera

  9. Ancora grazie alla padrona di casa, e un grazie di cuore agli ospiti che hanno ritenuto un piccolo testo degno della loro gradita attenzione.
    Un abbraccio collettivo, si può?
    Ele.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...