Beatrice



Qualche mese fa ho conosciuto una giovane donna, era dolce e determinata, era anche molto bella e amava la Poesia con tutta se stessa, la conosceva e sapeva giocare con le parole, lo faceva così bene da stupire, forse era il dolore a farle da maestro o forse la sua rara sensibilità
.
Poi, ai primi di ottobre, ha dovuto affrontare il viaggio più difficile.
A noi ha lasciato moltissimo, il suo cuore generoso, la sua mente profonda capace di guardare le cose oltre l’apparenza, la sua Poesia. Ci ha lasciato tutto di sé, tutto ciò che lei era.

Questi sono alcuni suoi testi poetici.

 
Il guardiano del mare

(al mio amico Mimmo C.)


Ragazzo
guardiano del mare
e della mia finestra
quando è accesa
e anche no…

nei tuoi occhi
l’azzurro scolora
quando la nave
si allontana
e tu resti lì

ancorato a un punto
che da te si scosta
e non sai più
se è il moto che sorvegli
o viceversa…


Il poco senso della vita

E’ come se la bambina che c’è in me
fosse rimasta da sempre in attesa

[e non per una Barbie mai avuta
e nemmeno un Cicciobello
anche la nutella è arrivata tardi]

Sarà che son cresciuta troppo in fretta
nel mio vestito, la domenica alla messa
sarà che mi hanno detto di pregare
specie quando l’anima e la carne
si dibattono in un letto
ma anche altrove.

“Bussate e vi sarà aperto
chiedete e vi sarà dato”

Sarà che ho visto gente poi morire
un rosario e una preghiera
per altri manco quella
e pugni e sangue sulle porte
chiuse a chiave

le grida di chi voleva rimanere
gli spergiuri delle madri
a seppellire figli in poca terra.

Sarà che se hai fortuna di invecchiare
t’accorgi d’essere da solo
e che il peso del non senso
non lo si può tarare.


Le donne che…

Le donne che si accontentano
sono le donne a cui tutto è stato tolto
il sogno materno, l’ultimo.
Sono le donne che respirano
nascoste dietro a una vetrina,
quelle che rubano gli abbracci
e prestano sorrisi,
sono le madri mancate
le mogli scontate,
di minime attenzioni
e di carezze centellinate.
Sono le donne che piangono composte
che stendono al sole i panni bagnati,
asciugano lacrime sotto la pioggia
e mangiano pane condito e dolore.
Le donne che si accontentano
e che si sono accontentate,
sono le piccole donne  che
ti hanno cresciuto, protetto e difeso;
quanto amore hanno donato
per poi restare sole.


Quei mari

Mi attraversavano
occhi di mandorli secchi
quegli inverni che bastava
uno sguardo a scaldarci le ossa

e i tuoi verdi
erano un mare che moriva
dentro un pugno di sabbia.

Ho navigato così poco
nel grembo dei miei anni
ancora fertili

che non so spiegare di calli
sulle mani custodite dopo
nei giardini d’ombra

il dare asilo al mio nome.

Beatrice Zanini

(dalla silloge Tracce d’infinito, Edizioni Il Foglio 2009)
 
Annunci

27 thoughts on “Beatrice

  1. Carissima, difficile leggere questi versi-gioielli senza avvertire il dolore per una perdita incolmabile. Il modo migliore per ricordare Beatrice è comunque far conoscere la Sua Poesia.
    Un abbraccio. ele

  2. è bello, Piera, che tu l’abbia ricordata così.
    Avrebbe gradito tantissimo.
    Ti avrebbe regalato uno di quesi suoi sorrisi aperti , guardato con quesi suoi occhi immensi e pieni di amore.
    Mi manca tanto! Mi manca il suo viso inquadrato nel video, lei seduta al pc, la sua camera in rosa… la sua voce… tutto.
    grazie!

  3. Comunicato del 19 dicembre 2009[..] Piera ricorda Beatrice. Alberto Carollo (Cigale), che ringrazio, ha esaminato e recensito Il cerchio infinito. Sorridere all’ironia. NOTIZIE IN BREVE del 19 dicembre 2009 Oggi non ho notizie brevi interessanti, visto che prime pa [..]

  4. Grazie, cara, per avere parlato di Beatrice dalla poesia d’oro e di vitalità malgrado tutto. La sento sempre vicina, so che è felice, contemporaneamente mi manca. È stata un dono troppo raro.

  5. Ho amato Bea come mia figlia, la porto nel mio cuore sempre insieme ai miei.
    La sento viva, come la sua poesia, tutto di lei ci ha dato in versi, le sue speranze i suoi credo le sue preghiere e il suo dolore.
    La grandezza d’essere consapevole e pure di lottare sino all’ultimo per mantenere il dono della vita, con dignità e fierezza ma anche con tanto amore.
    Grazie Piera.
    frantzisca

  6. Cercheremo davvero, Eleonora, tutti noi che direttamente o indirettamente  l’abbiamo conosciuta, di fare conoscere non solo le poesie ma anche la sua "umanità".
    Una Donna come te so che non rimane indifferente davanti ad una Donna come Beatrice.
    Grazie. Piera 

  7. So, Savina, che eri molto legata a Beatrice, forse i suoi primi commenti li ho letti proprio da te, poi ho conosciuto il tuo grande dispiacere, sono certa che nessuno di noi la dimenticherà.
    Ti abbraccio. Piera
     

  8. Tu, Cristina, l’hai conosciuta probabilmente più di chiunque altro, sia nel suo modo di porsi che riguardo al suo mondo interiore, capisco quindi il tuo sgomento e quanto possa mancarti.
    Mi sarebbe piaciuto conoscerla e ti ringrazio per le belle parole che mi dici su di lei. Un carissimo saluto. Piera 

  9.  Mimma cara, voglio pensare anch’io insieme a te che ora Beatrice stia bene e sia felice. Perché non crederlo? Davvero il nostro "dopo" è un profondo mistero! 
    Ti abbraccio e ti auguro una buona giornata. Piera

  10. Hai detto delle cose bellissime, Francesca, su Beatrice e capisco la "spinta" che viene dal cuore di chi il dolore lo conosce bene.
    "Era come una figlia", dici, o come una sorella molto più giovane, dico io, per questo il dispiacere di noi tutti è così profondo.
    Un abbraccio. Piera

  11. Piera carissima, sono dispiaciuta di non aver potuto conoscere Beatricee i suoi profondi versi.
    Adesso, grazie a te, posso farlo, posso sfogliare le pagine del suo libro-vita e imparare a conoscerla sperando che, ovunque possa essere, da qualsiasi nuova condizione, possa sapere che sarà viva sempre per noi attraverso la sua poesia.
    grazie ancora con un abbraccio augurale per tutti i tuoi lettori
    jolanda

  12.  Grazie, Jolanda, per il tuo bel commento, sono contenta che abbia gradito, Beatrice meritava tanto, il nostro pensiero è per lei in questo Natale, e lo è anche per Paolina.
    Ti abbraccio forte. Piera

  13. Piera, io penso fermamente una cosa, e non per consolarmi da sola oppure perché sono " una cattolica praticante ", ma proprio mi salta agli occhi: l’amore è eterno per propria natura. Dove c’è amore, sotto qualsiasi forma ( amicale, fraterno, materno, filiale, nuziale ) incomincia il paradiso fin da questa terra e si manifesta oltre la morte. Questo, per me, è il principio generale di tutta la vita del presente, del passato e del futuro. Bea mi ha letta e commentata fino all’ultimo respiro, ha dettato le sue poesie con gli ultimi fiati, è stata grande. Sono contenta che abbia visto almeno la nostra antologia di poesie del Giardino.  E adesso me ne vado perché ho ricominciato a piangere inggoiando il groppo.

  14. Mimma cara, la tua sensibilità si manifesta in ogni parola che pronunci, in ogni tua riflessione. Vorrei una minima parte della tua fede, che è profonda e sincera. Grazie di tutto, della tua amicizia e della tua generosità.
    Ti abbraccio. Piera 

  15. Anch’io, Rita, mi commuovo nel parlare di Beatrice. E’ consolante riflettere sul fatto che molti di noi  pensano a lei e la penseranno ancora molto molto a lungo.
    Un carissimo saluto. Piera

  16. Ciao, Guardiano, questo tuo commento mi ha commosso e mi ha fatto piacere.
    Non ho conosciuto direttamente Beatrice, eppure sento di averlo fatto. Chi invece ha potuto ha consentito a parecchi di noi di farlo ugualmente.
    Sono certa che sia stata una splendida donna e lo dimostrano la stima e l'affetto che hanno dimostrato e continuano a manifestare tutti i suoi amici.
    Ti ringrazio perché anche oggi, tramite te, ho potuto parlarne e ricordarla.
    Piera 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...