Buona Pasqua


A  mio fratello A., al mio carissimo amico S., a tutti gli amici, quelli cosiddetti "veri" e quelli cosiddetti "virtuali", il mio augurio di una Pasqua vissuta serenamente.

Vi saluto con una bella poesia di Giovanni Nuscis, poeta e uomo dall'animo nobile, e con un bel brano di Pasquale Festa Campanile. 

 

 
(foto da web)

 

Buona Pasqua…

Non chiedetemi se credo.

Per l'amore che porto alla parola
e al mistero non rispondo.
Domandatemi se immagino
Cristo in croce e cosa provo,
se comprendo il dolore della madre
e dei suoi cari mentre muore
e geme invocando il padre.
Ci fossi stato anch'io il giorno
in cui è risorto per abbracciarlo:
magari da lontano, indegno;
e tra coloro a cui riapparve
presso il lago di Tiberiade
all'alba, leggero sulle acque.
Chiedetemi se lo penso vivo
ancora, in nuovi volti e in nuovi gesti
(in)sofferente o imprevedibile
sgattaiolato fuori dai vangeli
e dalle chiese, tra la gente.
 
Giovanni Nuscis
 
****
 
 
Sul Calvario
 
Fecero uscire dal cortile della prigione Caleb e un altro uomo. Caricarono sulle loro spalle il legno della croce, cioè la trave orizzontale che sarebbe stata fissata al palo, già piantato sulla collina. Caleb mi vide subito e mi salutò alzando il braccio. Raggiungemmo il terzo condannato, Gesù, che andava piano perché era indebolito dalle botte. Aveva le spalle piagate.
Caleb mi gridò: – Vattene, Debora! – , ma io non lo lasciai. Non volevo che morisse solo. Gesù era seguito da sua madre e da persone che piangevano, ma Caleb non aveva che me.
Li rizzarono sulla croce, sembrava che Gesù soffrisse più di tutti. Si lamentava ad alta voce. Credo che si rivolgesse a Dio.
I preti e i soldati lo prendevano in giro dicendogli: – Hai salvato altri, salva te stesso, scendi dalla croce.
Anche l'altro uomo, quello che era crocifisso alla sua sinistra, lo insultava. Caleb gli disse di smetterla.
Si girò verso di me e aggiunse: – E' un uomo come noi.
Gesù lo ringraziò e disse: – Oggi sarai con me nel mio regno.
Caleb sorrise: – Vai pure avanti tu -, rispose.
Gesù infatti stava per morire. Spirò poco dopo, gridando alcune parole che non riuscii a capire. Quel giorno si era fatto buio più presto del solito e si era alzato il vento.
La gente ebbe paura. Quasi tutti scesero dalla collina.
 
(P. Festa Campanile, Il ladrone, Bompiani)
Annunci

13 thoughts on “Buona Pasqua

  1. Grazie dei tuoi doni, Piera: sempre ricchi di valore, sia che siano prodotti dal tuo cuore, che dal cuore di altri.Spero che tu, e tutti i tuoi cari, trascorriate una Pasqua serena.Milvia

  2. Sì, Piera,che sia Pasqua serena per tutti, in particolar modo per chi continua a portare la sua croce ed ha ancora la forza di un sorriso sulle labbra.Grazie per i testi che ho letto con un carissimo saluto a Giovanni.A te, alla tua famiglia, ai tuoi lettori, il mio pensiero augurale ed il mio abbraccio per una rinascita dell'anima, sempre.jolanda

  3. anche se non non sono credente trovo la poesia di giovanni piena di comprensione, di grande umiltà e fratellanza verso tutti i figli di un dio minore…grazie piera e augurissimi caricricriti aggiungo

  4. Grazie, Milvia, sempre parole di amicizia da parte tua. Sì, ho trascorso una giornata serena con i miei cari, spero che anche per te sia stato così.Un caro saluto. Piera

  5. "Una rinascita dell'anima", dici, ed è il massimo al quale dobbiamo aspirare, nel suo significato più ampio. Pensa, di questi tempi, se riuscissimo a "rinnovarci" ogni giorno un poco, che cambiamento dentro di noi e intorno a noi! Grazie, carissima, ci sentiremo presto. Piera

  6. Ciao, Cricri, che simpatico vezzeggiativo!Sono d'accordo, la poesia di Giovanni è bella indipendentemente dal nostro sguardo di credenti, agnostici o atei, perché è vero e nobile l'animo di chi scrive, "pieno di comprensione e di fratellanza", come giustamente dici.Grazie, ti ho inserito anch'io tra gli amici. Piera

  7. Le parole di Giovanni sono di una sensibilità e umanità disarmanti…per queste ancora più belle e profonde."Ci fossi stato anch'io il giorno

    in cui è risorto per abbracciarlo:

    magari da lontano, indegno…"Grazie a Giovanni e a Piera. ele

  8. Grazie, Eleonora. Lessi questa poesia di Giovanni diverso tempo fa sul suo blog, mi piacque molto proprio per "quell'umanità disarmante" di cui parli tu, la ricopiai, insieme ad altre, su un quaderno. Non mi sembra di averla vista in nessuna sua raccolta, per questo mi sono dovuta "servire" proprio della copia su carta.Sono d'accordo, è davvero bella. Ciao, carissima, ti abbraccio. Piera

  9. Grazie, Giulia. Ti ho mandato una mail qualche giorno fa, ma forse non ti è arrivata, in questi giorni mi è capitato anche con altri amici, ogni tanto qualcosa si perde per strada.Ti abbraccio. Piera

  10. Cara Piera,entro solo ora nel tuo bel blog dove ritrovo questa mia poesia che prova a restituisce il sentimento della Pasqua nell'ombra dei millenni e del mio essere cristiano non sempre ineccepibile.Grazie anche a chi ha espresso parole di apprezzamento.In ritardo ormai con gli auguri pasquali, mi limito all'augurio di un buon fine settimana di sole e di pace.Giovanni

  11. Grazie, Giovanni, per questa visita molto gradita a me e alle care amiche che tanto hanno apprezzato la tua poesia.Il tuo augurio per un fine settimana di sole ha fatto centro, ieri  soprattutto è stata una splendida giornata, al mare ho visto alcune persone fare il bagno, ma forse questo è un po' troppo…Un caro saluto. Piera

  12. Io sono credente, ma ciò non mi salva dagli smarrimenti. Non presumo nulla a causa della mia fede e non mi sento maestra di nessuno, ho imparato molte cose dai miei amici non credenti, che spesso si sono manifestati migliori dei cattolici tradizionali. Principalmente più umili e più pieni d'amore. E quando l'amore c'è o non c'è si vede benissimo.Quella che hai pubblicato è una bella poesia. L'Uomo dei dolori ci corrisponde benissimo. Noi gli rassomigliamo e possiamo sperare anche nella nostra ressurrezione, anzi nella ressurrezione di ogni vita perché ci voglio pure le mie bestiole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...