Oggi

 


(Foto da web)

 
Oggi non ho voglia di amareggiarmi, di farmi del male. So bene che motivi ce ne sarebbero tanti, basta ascoltare la radio, guardare la televisione, leggere un qualsiasi quotidiano…
C'è di tutto e di più.
Ma oggi no, mando in vacanza i pensieri, le riflessioni, le considerazioni su tutto ciò che avviene intorno a noi, non ne posso più, non ne possiamo più.
Oggi coccolerò il mio cane, giocherò con lui, se smetterà di piovere andremo a fare una passeggiata.
Merita molto di più di tanti esemplari che dicono di appartenere alla razza umana.
Al mio amico a quattro zampe, sincero, fedele e intelligente, regalo questo testo, qualcosa di leggero, di poco impegnato, qualcosa che forse farà bene anche a me.
 
Argo
 
Vedo Argo riflesso in un vetro,
il suo corpo mi appare 
come dentro uno specchio
mentre brilla nel sole.
 
Un lieve rumore,
un uccello che vola:
le orecchie si tendono,
lo sguardo si accende,
bisogna vedere, bisogna capire.
 
Nessuna minaccia,
il sole risplende,
le orecchie si piegano,
il corpo si adagia.
 
Ritorna la calma,
si può ancora dormire.

Dalla raccolta inedita "Nel silenzio, le voci"

Annunci

12 thoughts on “

  1. Carissima, pare proprio di vederlo il tuo Argo…hai espresso con versi efficaci ciò che ci lega ai nostri piccoli amici, una perfetta condivisione di sentimenti e atmosfere che Loro sanno percepire con immediatezza…
    Che bello poter comunicare senza tanti discorsi, con la consapevolezza di essere compresi e amati anche quando nel nostro animo si agitano tristezza e sofferenza! Potremo mai ringraziarli abbastanza ?
    Grazie anche a nome di Minou. un forte abbraccio.ele

  2. E' bello l'omaggio al tuo amico a quattro zampe, hai ragione sono molto più affidabili di noi umani…ancora non mi consolo dalla perdita del mio Lello, sedici anni di convivenza, si è rotto un certo equilibrio nelle abitudini della casa…difficile da ristabilire, se non nel ricordo.

    Ciao Piera, grazie

    frantzisca

  3. Sì, Cristina, anche per lui. Era bellissimo, lo ricordo in alcune foto, e capisco il tuo dispiacere. A noi è successo con Kalì, la nostra gattina morta un anno fa, la rimpiangiamo ancora.
    Ciao. Piera

  4. Eleonora, anch'io penso che avere degli animali in casa sia un dono; possiamo essere un po' più impegnati, avere qualche problema in più da risolvere, ma quello che in cambio ci danno è insostituibile. Come dici tu, non c'è bisogno di tante parole per capirsi, che poi capiscono tanti termini e ce lo dimostrano, e percepiscono all'istante anche i nostri variegati  stati d'animo.
    A Minou, dolcissima, la mia carezza affettuosa, a te, il mio abbraccio.  Piera

  5. Francesca, sedici anni insieme!  Bellissimo, ma ora sicuramente motivo di tristezza. Come dicevo prima a Cristina, credo di capire ciò che provi, rimane un gran vuoto, senti l'assenza e nel primo periodo, ma anche più a lungo, ne ricordi continuamente la presenza.  
    Ciao, cara, mi dispiace davvero molto.  Piera

  6. Grazie, ricambio con lo stesso affetto. Anch'io passo spesso da te, mi piace molto ciò che scrivi o riporti ma non sempre lascio un segno, si corre davvero troppo! 
    Un carissimo saluto. Piera

  7. Talora lo penso anch'io ed è triste: che i nostri animaletti sono sinceri, le persone no.
    Hai ragione: occorre una pausa di recupero. I telegiornali fanno schifo e devitalizzano pure il Natale parlando sempre di regali proprio tutte le sere.
    Come a dire a noi, poveri professori pensionati statali, carpe diem. Si rivolgono al "popolo" delle formicuzze risparmiatrici in vista della rivalsa del 25 dicembre. Loro creano bisogni fasulli e noi stiamo a guardare. Nessuno dice di abolire i regali, soltanto facciamoci furbi.
    La tua poesia è presa dalla realtà vivida, ci si sente l'empatia tra cane e umana.

  8. Ciao Mimma, percepisco molta amarezza in questo tuo commento, ma come non darti ragione. Anche tu conosci bene gli animali, hai diversi gatti, se non ricordo male, e sai bene quanto affetto possano provare verso di noi, per questo talvolta cerchiamo in loro ciò che non sempre troviamo nei nostri simili.
    Riguardo al Natale, anch'io sopporto poco la montagna di pubblicità che la televisione ci propina in questo periodo, faccio volentieri dei piccoli doni, ma devono realmente dimostrare il mio affetto per le persone care, quindi piccole cose mirate, tenendo conto delle diverse personalità.
    Grazie, a presto.  Piera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...