Giovanna Giordani, alcuni testi poetici tratti dalla silloge “Sulla riva del fiume”

 

Sono diversi gli amici poeti di cui mi piace molto leggere i testi, uno di questi è Giovanna Giordani, che non conosco da moltissimo tempo, ma che, al contrario, mi sembra di conoscere da sempre.

Ho letto, da pochissimi giorni, una sua raccolta di poesie, mi è piaciuta molto, mi ha coinvolto, emozionato, fatto riflettere, mi ha anche arricchito e migliorato.

Che cosa si può avere di più?

Non farò oggi una vera recensione alla silloge, il cui titolo è Sulla riva del fiume, questo lo farò in seguito, oggi voglio solo riportare alcuni testi.

Sono tutti belli, per questo non sarà semplice fare una scelta, così ne prenderò alcuni, ma potrebbero essere ugualmente altri.

Eccoli.

***

 

Di nuovo primavera

 

La viola orna i piedi del muretto

la primula risplende nel suo oro

il pirus si tinteggia di rossetto

fra i rami sta cantando un coro

 

 

Lasciano i dormienti il loro letto

un venticello scherza un po’ sonoro

fra i capelli senza più berretto

il sol ride giocondo su di loro

 

 

Si fa intenso il profumo della vita

nel cuor che sente nascer la speranza

mentre l’inverno è sulla via d’uscita

 

 

Una musica s’ode in lontananza

che pare al cuor d’averla già udita

mentre fa muover passi in una danza.

 

 

Illusioni

 

 

Polveri d’oro

cancellate dal vento

della realtà.

 

 

Ottobre

 

 

Fra le foglie

volteggia una piuma

di rondinella

 

 

Pioggia

 

 

Pianto di dei

per l’umano soffrire

addolorati

 

 

La meraviglia

 

 

La meraviglia

mi apparve all’improvviso

in una merla

mentre serrava in becco

un carico pesante

di pagliuzze

cercando attentamente

in un cespuglio

un luogo adatto

per il suo futuro…

 

 

Il giorno

 

 

Invano

mi affanno

a trattenere

i sogni della notte

 

 

Di loro non si cura

il giorno che riappare

prepotente di luce

 

 

Ha labbra rosso clown

guance rosate

occhi truccati

freschi di mascara

che mi guardano fisso

 

 

ed io

accecata

tendo le braccia

e l’assecondo.

 

 

(Giovanna Giordani, Sulla riva del fiume, Aletti Editore)

 

 

 

 

 

 

 

 

13 thoughts on “Giovanna Giordani, alcuni testi poetici tratti dalla silloge “Sulla riva del fiume”

  1. Evviva! Dopo mezz’ora di disperati tentativi sono finalmente riuscita a risolvere il problema dei commenti, Non sapevo più come fare e ho cliccato un po’ a caso senza speranza inserendo una fila di password e poi finalmente l’ultima andava bene, mi sembra quasi un miracolo! E ci voleva questo “miracolo” per ringraziarti di cuore, carissima Piera, per la tua squisita sensibilità e gentilezza.
    Un abbraccio colmo di riconoscenza
    Giovanna

  2. Carissima, sono molto contenta, finalmente ce l’hai fatta! In questo periodo ho anche chiesto a dei conoscenti che cosa si può fare, ma nessuno mi è stato di grande aiuto.
    Sono contenta anche perché, in questo caso, si tratta di qualcosa che ti riguarda direttamente.
    Ho letto la tua bella silloge e, come ho già detto, mi ha colpito molto, mi è piaciuta molto. Non ho potuto scrivere una recensione perché richiede un po’ più di tempo, ma lo farò senz’altro, in seguito. Nel frattempo, accetta questo piccolo dono.
    Un caro saluto.
    Piera

  3. Un bel libro questo di Giovanna. Le poesie sono delicate e intense nello stesso tempo.
    Complimenti all’autrice e grazie a te, Piera, che le hai riproposte.
    Ciao & Ciao (ad entrambe)
    Carmen

    • Carmen, scusami, mi accorgo ora di non aver risposto al tuo commento.
      Sì, è un bel libro, l’ho letto gustandone ogni pagina, ogni verso. E quando ho concluso, mi è sembrato di conoscere e di poter apprezzare Giovanna ancora di più.
      Grazie a te per le belle parole e per la tua presenza.
      Piera

  4. UN GRAZIE GRANDE NUOVAMENTE A TE, PIERA E ALLE BRAVISSIME POETESSE GRAZIELLA E CARMEN!!!! W LA POESIA!! Vi abbraccio
    Giovanna

  5. Devo scusarmi anche con te, Giovanna, come ho fatto con Carmen, perché in questi giorni di festa i vostri commenti mi “sono sfuggiti”.
    Hai ragione, W. la Poesia, perché è una tra le cose più belle della vita. Aiuta, stimola, migliora, consola. E si potrebbe continuare, perché sono ancora tanti i suoi benefici…
    Ciao!
    Piera

  6. Leggo sempre le poesie di Giovanna quando le trovo nei siti perché sono liriche, delicate, profonde nel significato porto con semplicità. Vedo che si cimenta anche in sonetti e haiku e tutto questo mi piace: mai lasciare la strada della tradizione senza averla prima percorsa! Grandi donne voi!
    franca

  7. Hai ragione, Franca, la bellezza delle poesie di Giovanna ha le sue radici nella profondità e nella delicatezza dell’autrice, che poi trasferisce questa sue caratteristiche nella parola scritta.
    Grazie per i tuoi bei commenti. A presto.
    Piera

  8. Leggo adesso questi due commenti. Un grande grazie a Franca che ammiro da tempo e a te gentilissima Piera! Vi abbraccio
    Giovanna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...