Omaggio a Maria Luisa Spaziani

Ho saputo per puro caso, visitando un sito letterario, della morte di Maria Luisa Spaziani. Sapevo che aveva un’età di tutto rispetto, novantun’anni, ma le belle persone sembra che non debbano morire mai, hanno nella nostra immaginazione una possibilità negata ai più, quella di essere immortali.
Purtroppo non è così. Ci consola però sapere che i grandi artisti, poeti, scrittori, pittori, rimangono comunque molto a lungo in noi e in chi verrà dopo di noi. Credo che anche per M. L. Spaziani sarà così.
La prima volta che lessi il suo nome fu, tanti anni fa, su un’antologia scolastica, mi colpì molto una sua poesia. Purtroppo non ne ricordo il titolo e non riesco a ritrovarla, oggi l’avrei riproposta qui.
Ma ebbi anche la possibilità di incontrarla, possibilità purtroppo non andata a buon fine. Successe nel 2007, quando partecipai a un concorso letterario con una raccolta di poesie, allora lo facevo spesso, ebbi in quella circostanza una segnalazione di merito e fui invitata per la premiazione, non potei però partire per motivi familiari. Il Presidente della Giuria era Maria Luisa Spaziani.
Piccole ma preziose cose che, a distanza di tempo, ricordo volentieri.
Oggi voglio però fare un piccolo omaggio a questa grande donna dai numerosi interessi in campo letterario, non fu infatti solo poetessa ma anche narratrice, autrice di testi teatrali e ottima traduttrice, a lei dobbiamo inoltre l’istituzione di un importante Premio Letterario intestato a Eugenio Montale, di cui fu grande amica.
Per tutto questo desidero proporre, tra i tanti che ci ha lasciato, alcuni suoi testi poetici.
Eccoli.

***

a sipario abbassato

 

Quando ti amavo sognavo i tuoi sogni,
ti guardavo le palpebre dormire,
le ciglia in lieve tremito.
Talvolta
è a sipario abbassato che si snoda
con inauditi attori e luminarie
-la meraviglia.

 

E lui mi aspetterà nell’ipertempo

 

E lui mi aspetterà nell’ipertempo,
sorridente e puntuale, con saluti
e storie che alle poverette orecchie
dell’arrivata parranno incredibili.

Ma riconoscerà, lui, ciò che gli dico?
In poche note o versi qui raccolgo
i messaggi essenziali. Un alto raggio,
aria diversa glieli tradurrà.

 

Un fresco castagneto

 

Sarebbe, il mondo, un fresco castagneto
se tutto mi guardasse coi tuoi occhi.
Marroni, intensi, laghetti dorati
ai raggi dolcemente declinanti.

Così gli occhi degli angeli, castagne
che hanno perso il riccio. Il Paradiso
è quella svestizione, ogni segreto
è arrivare al cuore.

 

Nulla di nulla

 

Strappami dal sospetto
di essere nulla, più nulla di nulla.
Non esiste nemmeno la memoria.
Non esistono cieli.

Davanti agli occhi un pianoro di neve,
giorni non numerabili, cristalli
di una neve che sfuma all’orizzonte-
-e non c’è l’orizzonte-

 

La giovinezza

 

Nei miei vent’anni non ero felice
e non vorrei che il tempo s’invertisse.
Un salice d’argento mi consolava a volte,
a volte ci riusciva con presagi e promesse.

Nessuno dice mai quant’è difficile
la giovinezza. Giunti in cima al cammino
teneramente la guardiamo. In due,
forse la prima volta.

 
(Maria Luisa Spaziani, Torino, 7 dicembre 1922, Roma, 30 giugno 2014)

 

 

 

 

Annunci

8 thoughts on “Omaggio a Maria Luisa Spaziani

  1. Hai scelto belle poesie, in particolare a me piace Nulla di nulla, ma in generale mi piace il suo poetare stringato ed essenziale, che dice molto di più di quel che appare.
    Grazie, ciao, Carmen

  2. Il testo che citi mi ha colpito non poco per la sua negatività, per questo ho cercato di mettere in evidenza altri aspetti della sua personalità molto variegata. Anche a me piace quel suo stile che tu nel commento hai descritto così bene, “stringato ed essenziale”.
    Grazie, Carmen.

  3. Ottimo omaggio, Piera, a questa grande poetessa che vivrà con noi nelle sue magiche bellissime poesie. Grazie
    Giovanna

  4. Grazie Piera Maria. Maria Luisa Spaziani, una grande poetessa che vivrà sempre con noi.
    Bellissime le sue poesie, in particolare mi piace molto: Un fresco castagneto. Adorabile!
    Ciao Graziella

  5. Sì, questa scelta delle quartine mi piace molto, così come mi piace la sua essenzialità. E’ bello che ti sia soffermata su quest’aspetto.
    Grazie sempre per la tua presenza.
    Piera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...