27 dicembre

Me ne sto qui
seduta sul divano
a ragionare.
Dicembre è quasi andato
e noi abbiamo vissuto
l’anno più faticoso
forse di una vita.
Quante giornate tristi
sulle spalle del mondo,
quante paure nel cuore
di noi tutti.
Tanti anziani andati via,
tante famiglie private
di un nonno o di un padre.

E ancora oggi
che non è finita,
in questo ventisette
di dicembre
continuiamo a guardarci
spaesati e intimoriti,
in viaggio verso un anno nuovo
che non è ancora nato
ma al quale chiediamo
di donarci speranza e salute,
e magari un po’ di pace.

Piera M. Chessa

2 thoughts on “27 dicembre

  1. Riflessioni più che condivisibili le tue, Piera! Viviamo nella speranza dei due beni più preziosi: salute e pace. Spesso non ci rendiamo conto del loro valore!

    Un caro saluto

    Gio

    >

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...