Ed ecco che d’improvviso…

Quanto silenzio intorno
nel parco dove sembra
che riposi ogni forma di vita
in attesa che avanzi il giorno.
Dormono gli alberi e le siepi,
gli uccelli sui rami,
i gatti nelle loro tane.
Dormono forse ancora
gli uomini nelle case
in questa domenica di novembre
in cui la pioggia, ininterrotta per giorni
e ormai sazia, consente al cielo
di mostrare frammenti del suo azzurro
tra le nuvole candide che ancora lo abitano
ma non più cariche di acqua e di grigio.

Ed ecco che d’improvviso
nel parco la vita ricomincia:
un giovane gatto col manto chiaro
attraversa di corsa i viali,
una signora gli passa accanto
col suo barboncino bianco,
sugli alberi i merli distendono
le zampette spostandosi lenti
da un ramo all’altro,
mentre le foglie ormai stanche
si adagiano piano
sull’erba residua dei prati.
E’ l’inizio di un nuovo giorno,
la vita di ogni essere vivente
riprende il suo abituale cammino.

Piera M. Chessa

(Dalla raccolta “Mesi e stagioni”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...