La lettrice

C’era una giovane donna
ieri, sulla spiaggia,
che si scaldava al sole,
sedeva sulla sabbia,
in compagnia soltanto di se stessa.
Mi sono avvicinata
inseguendo il mio cane
sempre in cerca di coccole,
che lei, con generosità,
gli ha subito donato.

Aveva accanto a sè
un libro aperto
già verso la metà.
Volentieri le avrei chiesto
cosa stesse leggendo
e chi fosse l’autore,
ma non l’ho fatto, il timore
di sembrare indiscreta
me lo ha impedito.
Eppure, da lettrice
curiosa e appassionata,
saperlo mi sarebbe piaciuto.

Piera M. Chessa

2 thoughts on “La lettrice

  1. Quante volte mi sono trovata anche io in situazioni simili, sia in spiaggia sia in altri contesti, tipo una sala d’attesa. Scrutare in modo discreto per cercare di riuscire a individuare il libro. Complimenti per la bella poesia. A presto.
    B.

  2. E’ vero, capita anche in altri contesti di trovarci in situazioni simili. Nella sala d’attesa dei medici, per esempio, dove dobbiamo trascorrere parecchio tempo, portare con sè un libro è l’ideale.
    Grazie per il commento, e… perdona il ritardo.
    Piera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...