La primavera, di Renzo Montagnoli

(foto da web)

Raggio dopo raggio
s’infradicia il bianco
gocciolano allegre le grondaie
una carezza di sole
dà l’addio all’ultima neve.
Nell’aria ancor fresca
la primavera s’annuncia
fra crochi esitanti
che sporgono il capo
e la gioia di vivere
di rondini tornate
dai caldi deserti d’oltremare.
Un vecchio in panchina
scalda le dolenti giunture
e la bocca sdentata
s’apre in un rapido sorriso.
Un’altra primavera
un’altra stagione
rubata all’eternità.

(Renzo Montagnoli, dalla silloge “Il cerchio infinito” – 2008 – Edizioni Il Foglio)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...