Muflone, di Franco Floris

Oggi voglio ospitare su questo mio piccolo blog una bella poesia del poeta sardo Franco Floris, il titolo è Muflone, ed è dedicata ad un animale abbastanza noto a noi nativi della Sardegna.
Colpiscono in questi versi le immagini, angoli di un’isola difficile, faticosa, ma anche incredibilmente bella. Un’isola che non è solo mare ma anche “aspri dirupi”, “pareti di granito”, “burroni profondi”, “aquile che controllano” e che hanno occhi ai quali nulla sfugge. E c’è lui, il muflone, che nonostante “lo zoccolo appuntito risparmia il fiore”. Bellissima la chiusa, superfluo ogni commento.

Grazie, Franco.

Muflone.

Salta su monti solitari
su aspri dirupi
che l’aquila controlla
le fredde rocce
sono amiche sincere
i radi cespugli
costellano pareti di granito
risparmia il fiore
lo zoccolo appuntito
la neve scrive pagine bianche
un profondo burrone accoglierà
le membra stanche.

Annunci

4 thoughts on “Muflone, di Franco Floris

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...